La storia

All'inizio degli anni '80, sul Garda, le flotte presenti erano principalmente costituite da imbarcazioni a vela della Classe Libera, e da barche delle varie classi IOR. Si usava il sistema dei compensi per rendere più o meno omogenee imbarcazioni aventi caratteristiche e perfomance anche molto diverse tra loro.

 

In quegli anni, di fatto, si percepiva così la mancanza di imbarcazioni a vela che, senza grandi investimenti, garantissero velocità, spettacolo e gratificazione per gli armatori e gli equipaggi. In altri termini era desiderio diffuso non mortificare la componente spettacolare e agonistica delle gare, determinando il vincitore non attraverso il risultato maturato in acqua ma con elaborati calcoli eseguiti a terra.

 

La felice intuizione di Ettore Santarelli e di Gian Paolo Pisa fu infatti di dare una risposta a questa aspettativa attraverso il progetto e la realizzazione dell'Asso 99.
Il 15 Gennaio 1983, alla base nautica della Canottieri di Salò, veniva varato il primo esemplare di Asso99, denominato "Spinello" dal suo armatore Gian Paolo Pisa. Fu un immediato successo!

 

La barca era innovativa e caratterizzata dalla bellezza delle linee e da prestazioni di gran lunga superiori a quelle di molte e più costose imbarcazioni delle classi Libera e IOR. In breve tempo, con la costruzione di altri Asso99 maturò l'esigenza di costituire una Classe e di dotarsi di precise regole e di un proprio calendario di regate. Ad oggi sono più di 150 le imbarcazioni Asso 99 sparse in Italia, Germania, Ungheria, Svizzera e Austria.

 

 

ISCRIZIONI 2017

 

 CLICCA QUI per informazioni

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Classe Asso 99 Via Antonio Vivaldi 34 25123 Brescia Partita IVA: